antigua caraibi
Home

Antigua My Love

La verde isola di Antigua è certamente tra le mete più piacevoli di una crociera ai Caraibi. Il mare turchese, le spiagge bianche, le scogliere con le ampie cale, la rigogliosa la foresta pluviale, le coltivazioni di manghi e ananas giocheranno tutte il loro ruolo in tal senso.

Antigua: storia in sintesi

Nazione indipendente dal primo novembre 1981, Antigua è stata per circa tre secoli colonia inglese tanto che, ancora oggi, vi si guida tenendo la sinistra.

Eredità della dominazione britannica, oltre alla toponomastica, sono la corona di fortificazioni poste in posizioni dominanti intorno alle coste dell’isola e l’antica struttura di Nelson’s Dockyard: un must nella visita dell’isola.

In crociera a Antigua: attraccare a St. John

St. John è la capitale dello stato di Antigua ed anche il terminal delle crociere. Non vi troverete grandi opportunità di visita se non ai negozi che affollano le strade immediatamente fuori i moli. Anzi va detto che l’area urbana prospicente l’attracco non è certo il massimo in termini urbanistici.

Viceversa, vi troverete un’impressionante quantità di tassisti in apposita divisa e un ufficio del turismo che si offrirà di organizzarvi il giro dell’isola.  Tenete presente che quest’ultimo, con un minino di contrattazione, naviga intorno agli 80 dollari da dividere in funzione del numero dei partecipanti. Insomma, se siete in quattro, tra i venti e i venticinque dollari ci state dentro.

antigua crociera ai caraibi

Antingua: cosa visitare?

Evidentemente, le spiagge rappresentano un’attrattiva molto importante di Antigua. Costellano tutto il perimetro dell’isola come anche i resort e sabbia bianca e acqua turchese non mancano di certo. Ovviamente, essendo un’isola, andrà individuata la meta in funzione delle condizioni meteo per trovare il lato con il mare più calmo. Un’altra variabile sono le escursioni offerte dalle crociere che concentrano i turisti in determinati punti mentre voi potreste preferire una maggiore privacy.

Poi c’è l’area (imperdibile) del Parco Nazionale di Nelson’s Dockyard con il punto panoramico di Shirley Hights (da dove è stata scattata la foto di copertina di questo articolo). Da non sottovalutare neanche la foresta pluviale che occupa la parte meridionale dell’isola che permette anche escursioni attrezzate.

Il nostro giro di Antigua

Vi diciamo come ci siamo regolati noi: solo per darvi un’idea ed avere un punto di riferimento. Il nostro giro è durato circa quattro ore e, partendo da St. John, ci ha condotto all’estremo opposto (sud) dell’isola al Parco Nazionale di Nelson’s Dockyard per poi attraversare l’isola verso la costa est (Fig Tree Drive) percorrendo la zona più agricola del paese con la foresta di cui sopra e poi proseguire lungo la costa a partire da Carlisle Bay fino a tornare a St. John (vedi cartina di Antigua, download alla fine dell’articolo).

In termini di spiaggia, ci siamo fermati a Darkwood Beach (nella foto qui sotto).

caraibi antigua darkwood beach

Parco Nazionale di Nelson’s Dockyard

La grande insenatura di Falmouth Harbour e English Harbour è, probabilmente, la parte più esclusiva di Antigua. Una marina popolata da yacht di prim’ordine e ville importanti nel verde.

Il primo passo è quello di arrampicarsi (in auto) fino a Shirley Hights da dove si dominano i due harbour appena citati. Poi giù fino a Nelson’s Dockyard, un curatissimo raffinato angolo di paradiso.

Le insenature in questione furono infatti impiegate fin dalla metà del XVII secolo dalla marina inglese per ripararsi dagli uaragani. Nel 1743 vennero poi costruiti i cantieri navali (dockyard) che è possibile visitare oggi e che permettevano alla marina inglese di disporre di un punto per la manutenzione delle navi in questa parte dei Caraibi. Tra il 1784 e il 1787, il comando dei dockyard ed in generale di quest’area di mare fu affidato all’allora capitano Nelson e di qui il nome.

Gli antichi cantieri navali sono oggi un’elegante facility dotata anche di bar e ristorante a disposizione dei turisti. Sono disponibili anche giri in barca dell’harbour e dei dintorni.

antigua nelsn dockyard

Ad est verso le spiagge

Da Nelson Dockyards, si procede in direzione nord est attraverso la parte agricola del paese. Per coloro che amassero un’escursione più movimentata, è disponibile una zip-line che permette di “volare” sopra le cime degli alberi della lussureggiante foresta di Antigua.

Come anticipato, arrivati alla costa, le cale e le spiagge si susseguiranno una all’altra. Difficile scegliere. Noi ci siamo fatti consigliare dal nostro driver e optato per Darkwood Beach. Ve la lasciamo giudicare dalla foto. Vi diciamo però che, in tutto, non saremmo stati più di venti e che la spiaggia è dotata di un bar con ombrelloni e lettini (20 USD ombrellone e due lettini)

Dell’acqua inutile parlarne: qui il bagno indimenticabile è all’ordine del giorno!

Clicca per download Mappa

Crociera ai Caraibi

Se state programmando la vostra crociera ai Caraibi, potrebbero anche interessarvi i seguenti articoli:

Fabrizio Sciarretta

Fabrizio Sciarretta

Laureato in Economia alla LUISS e Master in Business Administration della Carnegie Mellon University di Pittsburgh, Fabrizio Sciarretta ha dedicato i primi anni della sua attività professionale al giornalismo economico. Rientrato dagli Stati Uniti, ha operato per circa un ventennio nella consulenza di organizzazione e direzione aziendale, ricoprendo incarichi di top management in Italia per due multinazionali americane del settore. Ha poi scelto la strada dell’impresa e da alcuni anni è impegnato come imprenditore nel settore della sanità. E’ stato membro dell'esecutivo di ANISAP Lazio e consigliere d’amministrazione di reti e raggruppamenti d’imprese. Lion da sempre, è stato presidente fondatore del Lions Club Roma Quirinale. Nel 2008 ha abbandonato la Capitale in favore della Sabina, e non se ne è pentito affatto.