monte argentario isola rossa
Home

Isola Rossa: azzurro il mare, rossa la roccia

Isola Rossa, per coloro che navighino lungo le coste di Monte Argentario è il più noto rifugio dai venti di Maestrale (e assimilabili). Lo sanno bene sia coloro che provengano da Porto Ercole che da Porto Santo Stefano cosicché, in certe giornate, sembra di aver ormeggiato in un parcheggio multipiano.

Del resto l’isolotto, separato dalla terra ferma da qualche decina di metri di fondale bassissimo, è perfettamente esposto per lo scopo di cui si è detto.

Viceversa, se vi porrete dall’altra parte di Isola Rossa – cioè dal lato che guarda Santo Stefano – troverete un riparo accogliente dai venti di sud ovest.

monte argentario isola rossa

Monte Argentario Isola Rossa: scogli, colori e acqua cristallina

Il punto forte di Isola Rossa non è però solo la sua posizione. Ci sono le rocce dai colori dal giallo al rosso che leisola rossa monte argentario danno il nome. C’è il fondale bassissimo ai suoi piedi perfetto per chi abbia bambini in barca, dove l’acqua diventa trasparente e immobile. Ci sono gli scogli che cingono l’isolotto verso il largo, perfetti per lo snorkeling, e dei quali diremo tra un attimo.

Poi ci sono le antiche torri d’avvistamento – in primis la Torre delle Cannelle – a dare quel tocco di storia e di avventura che di certo non guasta.

La Spiaggia delle Cannelle e il Mar Morto

Al centro dell’ampia cala alle spalle di Isola Rossa, si trova la Spiaggia delle Cannelle. E’ una spiaggia di ciottoli ed è bene, quindi, essere attrezzati in tal senso.

Spalle al mare, a destra della Spiaggia delle Cannelle, si trova la Spiaggia del Mar Morto. Deve il nome al fatto che la scogliera forma davanti ad essa della vasche naturali molto suggestive per lo snorkeling. Anche in questo caso, si tratta di una spiaggia rocciosa.

Tanto alle Cannelle quanto al Mar Morto è possibile accedere a piedi partendo dalla strada carrabile che percorre il perimetro del Monte Argentario.

Snorkeling e pesca a Isola Rossa

isola rossa monte argentario Come abbiamo detto, si può fare snorkeling anche all’interno della baia di Isola Rossa. Il fondale presenta scogliere per tutti i gusti e le profondità e, dunque, potete girare a piacere.

Poi ci sono gli scogli verso il largo ne noterete al vostro arrivo verso l’isola. Si tratta di una piattaforma piuttosto ampia e di bassa profondità i cui margini verso l’acqua alta sono gli scogli che vedete emergere verso il largo.

Da lì in poi, la scogliera degrada verso il fondo raggiungendo discrete profondità soprattutto verso il mare aperto. E’ il regno del pesce di scoglio e, verso il largo, potrete anche veder passare esemplari di taglia.

Il lato interno della piattaforma ha una profondità dai pochi centimetri a 4-5 metri. Vi troverete, oltre al pesce di scoglio, polpi e murene.

Se avete voglia e resistenza, potete anche fare il giro dell’isola che, come detto, è separata della terraferma da un canale di profondità sufficiente a pinneggiarci cautamente al centro.

Quel che vale per lo snorkeling, ovviamente, vale per la pesca.

Potrebbero anche interessarti:

Fabrizio Sciarretta

Fabrizio Sciarretta

Laureato in Economia alla LUISS e Master in Business Administration della Carnegie Mellon University di Pittsburgh, Fabrizio Sciarretta ha dedicato i primi anni della sua attività professionale al giornalismo economico. Rientrato dagli Stati Uniti, ha operato per circa un ventennio nella consulenza di organizzazione e direzione aziendale, ricoprendo incarichi di top management in Italia per due multinazionali americane del settore. Ha poi scelto la strada dell’impresa e da alcuni anni è impegnato come imprenditore nel settore della sanità. E’ stato membro dell'esecutivo di ANISAP Lazio e consigliere d’amministrazione di reti e raggruppamenti d’imprese. Lion da sempre, è stato presidente fondatore del Lions Club Roma Quirinale. Nel 2008 ha abbandonato la Capitale in favore della Sabina, e non se ne è pentito affatto.

Leave a Comment