new york manhattan skyline metropolitan museum
Home, Senza categoria

Manhattan Skyline: 3 prospettive insolite!

Manhattan Skyline: fotografare lo skyline di New York, le sue viste più panoramiche, è una passione di tutti coloro che visitino la Grande Mela. Resta il problema di capire da dove affacciarsi. Ci sono possibilità ovvie e meno ovvie: vediamo insieme tre di queste ultime.

Non ci orienteremo, dunque, verso i roof top dei grattacieli. Ovviamente, l’Empire State Building, il Rockefeller Center (la terrazza si chiama Top of the Rock), la Freedom Tower al One World Trade Center offrono tutte viste mozzafiato. Ma ci sono opportunità meno note ma altrettanto spettacolari.

Metropolitan Museum: terrazza su Central Park

Il Metropolitan Musemum (5th Avenue & 82nd Street East) ha una terrazza straordinaria al 5° piano con annesso bar carissimo… Spesso ospita installazioni di artisti internazionali (leggi l’articolo Villar Rojas al Metropolitan di New York) e poi è il gran finale di qualsiasi visita la MET.

La terrazza non è altissima, ma lo è quanto basta per sovrastare i grandi alberi di Central Park. E lo skyline è formidabile perché tra il Metropolitan Museum e la 59esima strada (dove Central Park finisce) c’è solo verde. Così, guardando verso sud, vi ritroverete vis a vis con un fomidabile skyline di giganti (vedi cover dell’articolo).

new york manhatta skyline metropolitan museum

Il Ponte di Brooklyn: Down Under Brooklyn Bridge

E già: perché Manhattan la si può anche guardare dall’altra parte del fiume Hudson! Arrivarci è molto semplice: a piedi usando il passaggio pedonale del ponte oppure in metropolitana (linea rossa, fermata Clark Street). La riva del fiume è perfettamente attrezzata proprio per chi cerchi questa particolare skyline di Manhattan. La banchina è un parco pubblico al di sopra del quale corre la Promenade. La vista su downtown Manhattan la lascio giudicare a voi: per i fotografi è un must.

new york downtown manhattah skyline brooklyn

Manhattan Skyline dal Fiume Hudson

E’ sempre utile non dimenticare come Manhattan sia un’isola e, dunque, la si possa circumnavigare. E’ esattamente quello che fanno quotidianamente una serie di simpatici traghettini.new york manhattan skyline fiume hudson

Voi dovete solo comprare il biglietto e preparare la macchina fotografica. Lo spettacolo sarà straordinario e veramente inaspettato. Perché Manhattan non è solo la città più caotica del mondo ma è anche tutto il contrario.

Quartieri residenziali nel verde, parchi lungo il fiume, centri sportivi, rive scoscese. E mentre il lato est (lato Brooklyn) è più noto, quello ovest (soprattutto nord ovest) lo è molto meno (leggi l’articolo Riverside Drive: quando l’Hudson assomiglia alla Senna)

 

 

Fabrizio Sciarretta

Fabrizio Sciarretta

Laureato in Economia alla LUISS e Master in Business Administration della Carnegie Mellon University di Pittsburgh, Fabrizio Sciarretta ha dedicato i primi anni della sua attività professionale al giornalismo economico. Rientrato dagli Stati Uniti, ha operato per circa un ventennio nella consulenza di organizzazione e direzione aziendale, ricoprendo incarichi di top management in Italia per due multinazionali americane del settore. Ha poi scelto la strada dell’impresa e da alcuni anni è impegnato come imprenditore nel settore della sanità. E’ stato membro dell'esecutivo di ANISAP Lazio e consigliere d’amministrazione di reti e raggruppamenti d’imprese. Lion da sempre, è stato presidente fondatore del Lions Club Roma Quirinale. Nel 2008 ha abbandonato la Capitale in favore della Sabina, e non se ne è pentito affatto.

Leave a Comment